Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2019

30/10/2019  - 61 letture     Territorio

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2019

A partire dal 4 novembre prende avvio la campagna di vaccinazione antinfluenzale presso gli studi dei medici di medicina generale che aderiscono al progetto ed il Centro vaccinale dell'Azienda sanitaria di Crema.

Obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale è la protezione dei soggetti che, in caso di infezione, potrebbero riportare più gravi complicanze.

Chi deve vaccinarsi

La campagna è rivolta principalmente ai soggetti di età pari o superiore a 65 anni, alle persone di tutte le età con alcune patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso di influenza, alle persone non a rischio che svolgono attività di particolare valenza sociale.

La vaccinazione viene raccomandata ed offerta gratuitamente la vaccinazione sono:

  • Soggetti di età pari o superiore a 65 anni.
  • Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi ed adulti - affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, quali:
    1. malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico-ostruttiva o BPCO);
    2. malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite;
    3. diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI >30 e gravi patologie concomitanti);
    4. insufficienza renale/surrenale cronica;
    5. malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie;
    6. tumori;
    7. malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV;
    8. malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali;
    9. patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici;
    10. patologie associate a un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari);
    11. epatopatie croniche;
  • Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale.
  • Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.
  • Individui di qualunque età ricoverati presso strutture sanitarie e sociosanitarie per lungodegenti.
  • Medici e personale sanitario di assistenza.
  • Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio.
  • Forze di polizia; Vigili del fuoco.
  • Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani:
    1. allevatori;
    2. addetti alle attività di allevamento;
    3. addetti al trasporto di animali vivi;
    4. macellatori e vaccinatori;
    5. veterinari pubblici e libero-professionisti.

L'individuazione degli addetti avverrà a cura del medico competente, che provvederà ad inviarli con idonea certificazione all'Agenzia di Tutela della Salute (ATS) di residenza.

Ulteriori informazioni sono reperibili nella pagina dedicata del minisito Wikivaccini.

Come accedere

Queste categorie possono rivolgersi a:

  • al medico di medicina generale o pediatra di libera scelta,
  • oppure presso il Centro vaccinale di Crema, con le modalità di seguito indicate.

Accesso presso il Centro vaccinale

  • Adulti, accesso libero, presso l'ambulatorio antinfluenzale adulti, via Gramschi, 13, Crema: il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 15.45.
  • Bambini, solo su appuntamento, chiamando il numero di cellulare dedicato +39 366 61 81 371; in questo caso le vaccinazioni si faranno presso la nuova sede del Centro vaccinale, Largo Ugo Dossena, 2, Crema (piazzale ospedale, palazzina esterna, ingresso 3), il lunedì e mercoledì dalle 13.30 alle 15.40 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.00.

Ricordarsi di portare la tessera sanitaria. Per le categorie a rischio per patologia, portare il tesserino di esenzione o la richiesta del medico o del pediatra o altra idonea documentazione sanitaria.

Contatti

Approfondimenti

Per approfondimenti visita la pagina dedicata alla vaccinazione antifluenzale di ATS della Val Padana e Regione Lombardia.

Oltre alla vaccinazione, che costituisce un fondamentale strumento di prevenzione dell’influenza e delle sue complicanze, la trasmissione dei virus influenzali può essere contenuta adottando delle semplici misure comportamentali:

  • Lavaggio frequente delle mani.
  • Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare fazzoletti monouso e lavarsi le mani).
  • Isolamento volontario a casa in caso di malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 calendario-sede-vaccinale-di-cremapdf - 1422,69 kb30/10/2019 19:31:30
 categorie-con-diritto-di-somministrazione-gratuitopdf - 758,53 kb30/10/2019 19:30:41

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto