Avviso pubblico per l'assegnazione della dote scuola 2019/2020, componente riconoscimento del merito

12/11/2019  - 46 letture     Scuola e istruzione

Avviso pubblico per l'assegnazione della dote scuola 2019/2020, componente riconoscimento del merito

Si tratta di premi di merito destinati ai ragazzi residenti in Lombardia che hanno conseguito ottimi risultati nell'anno scolastico 2018/2019.  Domande dal 4 novembre 2019 al 2 dicembre 2019.

Descrizione

Regione Lombardia riconosce e valorizza il merito degli studenti che hanno conseguito risultati eccellenti negli ultimi anni del secondo ciclo di istruzione e di formazione professionale, sostenendo l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche, strumenti per la didattica e le spese di iscrizione e frequenza di percorsi superiori di formazione.

Per questa edizione non sono previste esperienze formative in Italia e all’estero.

Chi può partecipare

Possono partecipare gli studenti di secondo ciclo residenti in Lombardia, capaci e meritevoli, che hanno conseguito nell’anno scolastico e formativo 2018/2019 i seguenti risultati:

  • studenti delle classi terze e quarte del sistema di istruzione: media finale delle votazioni conseguite pari o superiore a 9 (con esclusione del voto di Religione);
  • studenti delle classi quinte del sistema di istruzione: valutazione finale di 100 e lode all’esame di Stato;
  • studenti delle classi terze del sistema di istruzione e formazione professionale: votazione di 100 agli esami di qualifica professionale;
  • studenti delle classi quarte del sistema di istruzione e formazione professionale: votazione di 100 agli esami di diploma professionale.

Risorse disponibili

I fondi autonomi messi a disposizione sono pari ad 1.500.000,00 euro.

Caratteristiche dell'agevolazione

La Dote scuola – componente Riconoscimento del merito consiste in:

  • buono Acquisto di 500 € per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica per gli studenti delle classi terze e quarte del sistema di istruzione che hanno conseguito la media finale delle votazioni pari o superiore a 9 (con esclusione del voto di Religione);
  • buono Acquisto di 1.000 € per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche, strumenti per la didattica e la copertura dei costi di iscrizione e frequenza di Istituti di Formazione Tecnica Superiore (IFTS), Istituti Tecnici Superiori (ITS), Università e altre istituzioni di alta formazione per gli altri studenti beneficiari (Studenti che si sono distinti nell’esame di Stato con una votazione di 100 e lode e Studenti che hanno conseguito una votazione finale pari a 100 agli esami di qualifica e diploma del sistema di istruzione e formazione professionale).

I buoni devono essere utilizzati entro la scadenza del 30 settembre 2020, sono personali e non cedibili, non sono commerciabili e neanche convertibili in denaro.

I beneficiari che avessero già ricevuto la stessa tipologia di buono negli anni precedenti, non sono ammessi a partecipare nuovamente al presente bando.

Ai richiedenti ammessi viene inviato SMS al numero di cellulare indicato nella domanda con le istruzioni per utilizzare il buono Acquisto.

Come partecipare

La domanda di buono, a favore dello studente in possesso dei requisiti di cui sopra, può essere presentata:

  • dallo stesso studente se maggiorenne;
  • da uno dei genitori;
  • dalla famiglia affidataria o dal tutore nel caso di minori affidati con specifico provvedimento dell’autorità giudiziaria.

La domanda è compilabile accedendo alla piattaforma "Bandi on line" dal seguente link www.bandi.servizirl.it, dove si trova anche una guida completa alla compilazione e l’indicazione relativa all’assistenza. La relativa procedura prevede le seguenti fasi:

Fase 1: autenticazione al sistema

È possibile autenticarsi usando:

  • SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale: è un codice personale che consente di accedere da qualsiasi dispositivo e di essere riconosciuto da tutti i portali della Pubblica Amministrazione.
    Per richiedere ed ottenere il codice SPID hai bisogno di:
    • un indirizzo mail;
    • il numero del cellulare che usi normalmente;
    • un documento d’identità valido (carta identità – passaporto – patente – permesso di soggiorno);
    • CNS/CRS con il codice fiscale (durante la registrazione può essere necessario fotografarli e allegarli al modulo che compilerai);
    • Cosa fare per ottenere il codice SPID:
  • registrati sul sito di uno degli otto Identity provider: ARUBA – INFOCERT – NAMIRAL – POSTE ITALIANE – REGISTER.IT – SIELTE – TIM –INTESA;
  • completa la procedura attraverso la modalità indicata indicata dall’Identity provider da te prescelto:
    • via webcam,
    • di persona,
    • tramite Carta Identità elettronica, CNS/CRS attiva o firma digitale.

I tempi di rilascio dell’Identità SPID dipendono dai singoli Identity provider. Altre informazioni al link https://www.spid.gov.it/richiedi-spid. Il codice SPID non ha scadenza e può essere richiesto più volte

  • CNS – Carta Nazionale dei Servizi/CRS – Carta Regionale dei Servizi (PC + lettore smartcard + PIN)

Fase 2: compilazione della domanda

  • l’autenticazione consente di accedere al sistema e compilare la domanda, seguendo le istruzioni contenute nella guida. Conclusa la fase di compilazione si confermano i dati inseriti procedendo all’invio della domanda che risulta così già firmata e protocollata.

Le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 del 4 novembre 2019 alle ore 12.00 del 2 dicembre 2019.

La compilazione, l’inoltro e la gestione delle domande avvengono esclusivamente in via informatica sul portale dedicato. In caso di necessità è possibile ottenere supporto informatico e assistenza alla compilazione presso il proprio comune di residenza, (i residenti nel comune di Milano potranno rivolgersi agli sportelli di Spazio Regione – Via F. Filzi, 22 e Melchiorre Gioia, Palazzo della Regione) e la scuola paritaria dove lo studente è iscritto. Non sono ritenute valide le domande pervenute in formato cartaceo, La domanda è redatta sotto forma di autocertificazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. La Regione effettua controlli sulla veridicità delle dichiarazioni fornite e, in caso di dichiarazioni mendaci, provvede alla revoca della dote e alla denuncia per falsa dichiarazione.

Prima della scadenza dell’avviso possono essere effettuate modifiche e integrazioni alla domanda già presentata, da parte dello stesso richiedente, compilando una nuova domanda. La domanda compilata precedentemente verrà annullata nel momento in cui la seconda domanda, completa di tutti i dati, verrà presentata e protocollata.

La domanda non deve essere perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo in quanto esente ai sensi dell’Allegato B art. 8.3 del DPR n. 642/1972.

 Ai richiedenti ammessi viene inviato SMS al numero di cellulare indicato nella domanda con le istruzioni per utilizzare il voucher.

Informazioni e contatti

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio Dote scuola dotescuola@regione.lombardia.it.

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto