Web Analytics Made Easy - Statcounter

PNRR. Il Sindaco: 'Ecco cosa abbiamo fatto per chiedere l'asseverazione'

15/06/2023     Adozione misure PNRR

MISURA 1.4.3. Adozione Piattaforma PAGOPA

La misura è collegata all'articolo 5 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 recante il codice dell'amministrazione digitale (nel seguito “CAD”) che ha previsto in capo alle pubbliche amministrazioni, ai gestori di pubblici servizi e alle società a controllo pubblico come individuati dall'art. 2 del CAD, l'obbligo di accettare, tramite la piattaforma pagoPA, i pagamenti spettanti a qualsiasi titolo attraverso sistemi di pagamento elettronico. Le pubbliche amministrazioni, quindi, sono obbligate ad aderire al sistema pagoPA per consentire alla loro utenza di eseguire pagamenti elettronici nei loro confronti. In aggiunta, l'articolo 65, comma 2, del decreto legislativo 13 dicembre 2017, n. 217, così come modificato dall'articolo 24, comma 2, lettera a), del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120 (c.d. “Semplificazioni”), stabilisce che l'obbligo, per i prestatori di servizi di pagamento abilitati, di utilizzare esclusivamente la piattaforma pagoPA di cui all'articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n. 82 del 2005 per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni decorre dal 28 febbraio 2021. Tali disposizioni hanno lo scopo di favorire una completa digitalizzazione dei pagamenti effettuati a favore delle pubbliche amministrazioni, con conseguente semplificazione per i cittadini.

In concreto il Comune di Casale Cremasco Vidolasco provvederà all'attivazione di 7 servizi aggiuntivi on line che consentiranno ai cittadini di effettuare i pagamenti nei confronti della P.A. attraverso la piattaforma PagoPA.

Tale progettualità prevede il rispetto delle norme nazionali ed europee applicabili, ivi incluse quelle in materia di trasparenza, tutela dei diversamente abili, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e pubblicità.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 4.249,00.

MISURA 1.4.3. Adozione AppIO

La Misura è collegata all'articolo 64- bis del CAD che prevede che le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti di cui all'art. 2, comma 2 del CAD, tramite il punto di accesso telematico attivato presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, rendano fruibili digitalmente i propri servizi. Inoltre, l'articolo 3- bis, comma 1, del CAD, al fine di semplificare e favorire l'accesso ai servizi in rete della pubblica amministrazione da parte di cittadini e imprese e l'effettivo esercizio del diritto all'uso delle tecnologie digitali, ha introdotto il diritto di accedere ai servizi on-line della pubblica amministrazione “tramite la propria identità digitale e anche attraverso il punto di accesso telematico di cui all'articolo 64- bis ”. In particolare, l'App IO mette a disposizione di tutte le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti di cui all'art. 2 del CAD una piattaforma comune e semplice da usare, con la quale relazionarsi in modo personalizzato, rapido e sicuro, consentendo l'accesso ai servizi e alle comunicazioni delle amministrazioni direttamente dal proprio smartphone. Inoltre, la sua implementazione determina una maggiore fruibilità dei servizi online, permettendo di accedere, attraverso l'App, che si basa sull'utilizzo di altre piattaforme abilitanti previste dalla legge, ad una pluralità di servizi e informazioni.

In concreto il Comune di Casale Cremasco Vidolasco provvederà all'attivazione di 7 servizi aggiuntivi on line che consentiranno ai cittadini di ricevere attraverso l'AppIO le notifiche di 7 nuovi servizi attivi presso la PA che lo riguardano.

Tale progettualità prevede il rispetto delle norme nazionali ed europee applicabili, ivi incluse quelle in materia di trasparenza, tutela dei diversamente abili, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e pubblicità.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 1.701,00.

MISURA 1.2. Abilitazione al Cloud per la PA Locali

L'investimento è collegato all'obbligo, introdotto dall'art. 35 del D.L. 76/2020, per la PA di migrare i propri CED verso ambienti cloud.

Tale migrazione dovrà essere realizzata nel rispetto dei principi del “non arrecare un danno significativo” contro l'ambiente (DNSH), Tagging clima e digitale, parità di genere, protezione e valorizzazione dei giovani e superamento dei divari territoriali.

In concreto il Comune di Casale Cremasco Vidolasco provvederà alla migrazione in CLOUD di 8 servizi: Ciò significa che il software APKAPPA, attualmente installato presso il centro di elaborazione dati dell'Ente verrà attivato come servizio Cloud SaaS da data center qualificato da AgID ai sensi della circolare 9 aprile 2018 n.2 e verrà riorganizzato in modo da sostituire alcune funzionalità con altrettanti microservizi Cloud.

Tale progettualità prevede il rispetto delle norme nazionali ed europee applicabili, ivi incluse quelle in materia di trasparenza, tutela dei diversamente abili, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e pubblicità.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 42.824,00.

MISURA 1.4.4. Estensione dell'utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale - spid cie

La misura è collegata alla possibilità di estendere l'utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale (SPID CIE) e dell'anagrafe nazionale digitale (ANPR) a più servizi possibili rivolti ai cittadini e gestiti dalle PA.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco si pone l'obbiettivo di attivare le piattaforme d'identità digitale SPID e CIE attraverso le quali permettere ai cittadini l'accesso ai propri servizi on line, in ottemperanza al relativo obbligo normativo in vigore dal 1° ottobre 2021.

In concreto il Comune provvederà ad attivare SPID e/o CIE integrato con OpenID Connect ed EIDAS e servizio di ON-BOARDING, alla pubblicazione del servizio on line ACCESSO CIVICO e alla dotazione di un kit di comunicazione digitale personalizzato per favorire la comunicazione on line con i cittadini.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 14.000,00.

MISURA 1.4.5 Piattaforma Notifiche Digitali

Piattaforma Notifiche Digitali (PND) è la piattaforma definita all'articolo 26 del D.L. 16 luglio 2020, n. 76, come convertito dalla legge 11 settembre 2020, n. 120, e come altresì modificato dal D.L. 31 maggio 2021, n. 77. La piattaforma permette alla Pubblica Amministrazione (PA) di inviare ai cittadini notifiche a valore legale relative agli atti amministrativi. Raggiunge i cittadini attraverso canali di comunicazione digitale (PEC/SERCQ) o analogica (Raccomandata AR o 890) e riduce alla PA la complessità della gestione della comunicazione e della determinazione del miglior canale di comunicazione. PND si appoggia ad ulteriori canali di comunicazione (email, SMS, messaggi su app IO) per aumentare la probabilità di riuscire a contattare il cittadino destinatario della notifica. Accentrando la notificazione di tutta la PA, PND realizza il cassetto digitale del cittadino ed emancipa PA dalla complessità di gestire le gare di postalizzazione.

In concreto il Comune di Casale Cremasco Vidolasco provvederà all'attivazione sulla Piattaforma sopra descritta di numero tre servizi rivolti alla comunicazione con il cittadino.

Tale progettualità prevede il rispetto delle norme nazionali ed europee applicabili, ivi incluse quelle in materia di trasparenza, tutela dei diversamente abili, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e pubblicità.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 23.147,00.

MISURA 1.4.1 Esperienza del cittadino nei servizi pubblici comuni

La misura prevede lo sviluppo di due obbiettivi:

  1. la realizzazione di interventi di miglioramento del proprio sito web istituzionale con l'obiettivo di mettere a disposizione dei cittadini interfacce coerenti, fruibili e accessibili, secondo il modello di sito comunale, e in conformità con le Linee guida emanate ai sensi del CAD e l'e-government benchmark relativamente agli indicatori della ‘usercentricity' e della trasparenza, come indicato dall'eGovernment benchmark Method Paper 2020-2023;
  2. il miglioramento dell'efficienza e dell'efficacia della gestione delle pratiche da parte dell'ente e nel contempo mettere nelle condizioni i cittadini, i professionisti e le imprese di presentare le istanze in modalità completamente digitale, assolvendo ogni adempimento richiesto dalla legislazione vigente.

Per conseguire questo obiettivo, il Comune di Casale Cremasco Vidolasco ha stabilito di acquistare e gestire uno sportello telematico polifunzionale per presentare digitalmente e con piena valenza giuridica tutte le istanze di competenza dell'ente.

L'attivazione di questo progetto permette di raggiungere rapidamente importanti risultati, in termini di:

  • semplificazione dei rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione;
  • riduzione dei tempi di attesa;
  • snellimento del funzionamento degli uffici.

Lo sportello telematico polifunzionale affianca il sito istituzionale dell'amministrazione permettendole di erogare servizi telematici avanzati nel rispetto delle normative vigenti.

Il Comune di Casale Cremasco Vidolasco, che ha partecipato al bando di cui sopra, è stato ammesso al finanziamento per un importo complessivo di € 79.922,00.

191 letture.

Condividi:

Azioni:


Scrivici
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.


Valuta questo sito
Inviaci un feedback su sito e accessibilità.

torna all'inizio del contenuto